di Antonella Fiorito

La maggior parte dei turisti, sia italiani che stranieri dell’Italia conoscono soprattutto le grandi città d’arte e spesso vi ritornano più volte per rivedere le cose che hanno amato di più, ma quasi nessuno pensa di andare a visitare l’entroterra della regione che stanno percorrendo. Invece è proprio lì che si trova la parte più autentica dell’Italia.
Io ho avuto occasione di conoscere un borgo dell’entroterra toscano: Gambassi Terme con la “The Gambassi Experience”, un gruppo di imprese locali, che insieme all’amministrazione pubblica e coordinate da SmartourismSrl, ha creduto nel potenziale turistico del proprio territorio e perseguito un obiettivo mbizioso: attivare un processo sostenibile di sviluppo locale basato su un’offerta turistica esperienziale.
A metà strada tra Firenze e Siena, immersa in un paesaggio collinare, Gambassi Terme si apre sulle torri di San Gimignano, sulle mura di Certaldo e sui paesaggi lunari della campagna volterrana.
Al centro di un territorio noto sin dall’antichità per la presenza delle sue rigeneranti acque saline e tappa fondamentale della Via Francigena Gambassi Terme è un luogo del benessere e dell’accoglienza. E’ la meta ideale per chi desidera una vacanza di relax a poca distanza dalla Toscana delle città d’arte, non solo quelle principali ma anche quei borghi che costituiscono le eccellenze della regione
Gambassi conserva numerose tracce del suo passato neolitico, etrusco e romano.In epoca medievale. La centralità viaria di Gambassi fu la ragione principale della fondazione di numerosi castelli che non avevano solo fini difensivi, ma anche economici.
Intorno all’abitato medievale, si intrecciano le vie più moderne :Via Garibaldi, Piazza Roma e Via Vittorio Veneto coi negozi i caffè e le botteghe artigiane. È in questo crocevia di strade che i gambassini vivono il proprio paese ed è qui che ogni anno si svolgono alcuni degli appuntamenti più importanti, come il Palio delle Contrade di agosto. Il bellissimo parco comunale, parallelo a Via Garibaldi è il cuore delle serate estive per gli adulti e i bambini. A poca distanza dal centro storico che conserva intatti molti dei palazzi e dei vicoli medievali e offre scorci mozzafiato sulla campagna circostante, troviamo il Parco Benestarre dove,alla Pieve di Santa Maria a Chianni, vero gioiello del romanico, si trovano le Terme della Via Francigena che sfruttano le benefiche proprietà dell’acqua salsa di Pillo ideale per la cura del corpo che ben si intrecciano con i sapori genuini dell’olio e del vino che questa terra regala in abbondanza. Alle Terme oltre al personale specializzato, vi sono una vasca idromassaggio, una piscina d’acqua calda, la sauna e il bagno turco.
Per quanto riguarda la gastronomia, a Gambassi si impara a mangiar bene fin da bambini grazie alle tradizioni che si tramandano di generazione in generazione e grazie ai nonni che hanno l’orto. La filiera corta dei piccoli produttori locali, inoltre, vi farà scoprire formaggi, olio, carni, vino, farine, pasta e verdure genuine e attraverso il cibo scoprirete anche un mondo di persone e relazioni.