Antonella Fiorito

Tutto il Tirolo a piedi sulle ali dell’aquila. E’ la regina dei cieli che silenziosa volteggia nell’aria osservando il mondo dall’alto a distanza ed ha dato il nome a questo famoso percorso alpino attraverso il Tirolo proprio perchè il tracciato ricorda la sagoma stilizzata di un’aquila il cui capo corrisponde a un’escursione circolare attorno alla capitale del Tirolo, Innsbruck.
“Il Cammino dell’aquila” nato nel 2005 è stato portato completamente a termine nell’estate del 2007, anno in cui è stato completato anche il piccolo Cammino dell’aquila nell’Osttirol, che porta escursionisti e alpinisti nel cuore delle meraviglie del parco nazionale degli Alti Tauri e in panorami montani incredibilmente emozionanti. Dal suo battesimo del fuoco in poi il “Cammino dell’aquila” è cresciuto senza sosta, sia per quanto riguarda le dimensioni e la lunghezza del percorso sia in termini di popolarità e apprezzamento.
Concepito come percorso di lunga distanza che attraversa l’intera regione per metterne in luce la bellezza e le particolarità, fin dall’inizio si è presentato come un progetto molto ambizioso..
Questo percorso così giovane è già una stella di fama internazionale. Nel 2007,infatti, la rivista inglese Country Walking la rivista di escursionismo più diffusa e autorevole in Gran Bretagna lo ha classificato tra i 50 sentieri a lunga percorrenza più belli del mondo. E inoltre, in soli 5 anni di esistenza si è attestato al terzo posto tra i sentieri più noti d’Europa. E’ preceduto solo dal Cammino di Santiago di Compostela e dai sentieri escursionistici europei a lunga percorrenza.
E’ un tracciato adatto a tutti perché i tempi di percorso e i livelli di difficoltà variano molto e abbracciano tutto il ventaglio di proposte: dalla comoda passeggiata in quota per famiglie ed escursionisti occasionali, alla facile o media risalita per escursionisti amatoriali fino al tour impegnativo per alpinisti provetti che cercano la sfida estrema con le montagne e la natura attraverso scalate e arrampicate. Indipendentemente dal percorso scelto ogni tappa sembra una meravigliosa penna d’aquila da infilare fieri dentro al nastro del cappello tirolese.
Il cammino dell’Aquila racconta l’affascinante storia di una regione dai vari volti e conduce l’escursionista attraverso tutta la regione con una segnaletica uniforme, sentieri ben segnalati e descrizioni dettagliate. Passo dopo passo davanti all’escursionista si socchiudono le straordinarie bellezze del mondo alpino tirolese: ventilate alture, gole profonde, pareti ripide e dolci alpeggi, nevi eterne e prati in fiore. Si parte da St. Johann nella zona est del Tirolo, si cammina lungo le pareti del Wilder Kaiser fino alle Alpi di Brandenberg, si attraversa il massiccio del Rofano e del Karwendel, le Alpi di Lechtal e si arriva infine a St. Anton am Arlberg.
In totale si possono completare 126 tappe, percorrere 1.480 chilometri e superare 87.000 metri di dislivello. Con la sua segnaletica omogenea, le ottime indicazioni e le descrizioni dettagliate, immerge l’escursionista nel cuore della natura. Al percorso regionale si aggiungono tanti altri itinerari più piccoli che portano nelle vallate secondarie dell’Inn: la Paznauntal, la Kaunertal, la Pitztal, la Ötztal, la Stubaital, la Zillertal e la Tannheimertal. Ulteriori percorsi si schiudono nella regione del Kaiserwinkl, tra le Alpi di Kitzbühel e nella zona di Tux.
Nessuno sa quante sono le cime in tutta la regione. Ma chi percorre il Cammino dell’Aquila incontra sicuramente la maggioranza di esse. Sulla sella Ramoljoch nelle Alpi dell’ Ötztal il Cammino dell’Aquila raggiunge il punto più alto con 3189 metri. Ma spesso non sono le montagne più alte ad offrire gli spettacoli alpini più impressionanti bensì semplici montagne panoramiche facilmente raggiungibili da cui si godono viste e prospettive riservate di solito solo alle aquile. Molti punti oltre il livello del bosco sono spesso anche facilmente raggiungibili con gli impianti.
Al di là del tracciato principale da St. Johann a St. Anton am Arlberg, ci sono anche dei percorsi regionali particolarmente attraenti che portano, in pratica, in tutte le regioni del Tirolo. Il Cammino dell’Aquila porta, così, l’escursionista in tutte le valli e i massicci montuosi della regione. Fondamentalmente, i percorsi regionali sono anche allacciati al tracciato principale, così che i tour sono facilmente collegabili tra di loro. Le tappe più difficili possono essere evitate tramite semplici deviazioni. Per chi invece fosse interessato alle tappe più impegnative, si ricordano la Steinberg am Rofan attraverso il passo Schafsteigsattel fino al rifugio Erfurter Hütte , la tappa reale dal rifugio Karwendelhaus alla vetta del Birkkarspitze fino alla Hallerangerhaus o alla malga Hallerangeralm e la tappa dal rifugio Stuttgarter Hütte attraverso la sella per l’Ulmer Hütte .Le tappe dalla 09 alla 20 sono il sogno di ogni scalatore. Al di sopra dei 3000 metri vi potrete avvicinare al Großglockner e al Großvenediger. Queste rotte sono riservate agli scalatori più allenati.
Chi vuole cimentarsi unicamente nel piccolo cammino dell’aquila con il suo grande Parco Naturale degli Alti Tauri nel Tirolo Orientale, può raggiungerlo facilmente dall’Italia. Il percorso si suddivide in 20 differenti tappe di cui 8 dedicate a comode passeggiate panoramiche e 12 destinate all’escursionismo alpino. La partenza è prevista dalla cittadina di Matrei per proseguire in direzione ovest verso la vallata Virgental e in direzione est verso Kals, accompagnati dallo scenario imponente dei ghiacciai e della più alta montagna d’Austria, il Grossglockner (3798 m.). Nel Tirolo Orientale, conosciuto anche come Osttirol, è ancora possibile scoprire un mondo alpino genuino, con piccoli paesini adagiati sul pendio delle montagne, ricchi di storia e abitati da una popolazione locale molto semplice e cordiale. Il rifugio Johannishütte è la porta di accesso per un universo alpino di maestosa bellezza con al centro la cima del Großvenediger, una delle più belle montagne della zona, grazie alle sue particolari forme. Per il riposo e la meditazione segnaliamo il lago Simonsee che regala a tutti un panorama di incredibile fascino su tutto il gruppo del Venediger e quando d’estate il caldo si fa sentire, in montagna soffia una brezza rinfrescante. Dolci tour e accoglienti rifugi per ritemprare corpo e anima aspettano tutti coloro che si accingono a percorrere le tappe studiate per gli escursionisti all’interno della regione del Parco Nazionale Hohe Tauern nel Tirolo Orientale. Gli itinerari si snodano spesso sul fondo valle o poco al di sopra e in numerosi punti si possono ammirare attrazioni culturali. Soltanto durante una tappa si sale un po’ di più, ovvero quando l’aquila sorvola l’impegnativa Pfortscharte.
Se camminare attraverso le splendide montagne del Tirolo è un’esperienza incomparabile, a contatto diretto con la natura, non vengono a mancare di certo neanche gli aspetti gastronomici e goderecci. In fondo, cosa sarebbe un’escursione senza una bella pausa di ristoro? Locande, alberghi malghe e rifugi alpini costellano tutto il percorso. L’offerta culinaria nel regno dell’aquila va dal semplice spuntino tipicamente tirolese (come i canederli allo speck) fino alla cucina più raffinata. offrendo ovunque la possibilità di scoprire l’ampio panorama gastronomico del Tirolo E’ consigliabile inoltre fare piccole deviazioni per scoprire le chiese e piccole cappelle che offrono uno scorcio sull’attività artistica della zona e per scoprire le antiche tradizioni del paese. Per questo è meglio ricorrere ai servizi delle numerose guide alpine ed escursionistiche che conoscono non solo i tragitti ma sanno anche raccontare moltissimo sul paese stesso.
Chi, poi, non incontrasse un’aquila sulla propria via, potrà farlo allo zoo alpino, dove la coppia di aquile reali “Donna & Max” vigilano attente sul proprio nido (tappa 12).
Da segnalare infine che con la tessera raccogli-timbri del Cammino dell’Aquila è possibile ottenere i seguenti premi:
5 punti: spilla dell’Aquila in bronzo e certificato del Cammino dell’Aquila
15 punti: spilla dell’Aquila in argento, certificato del Cammino dell’Aquila e partecipazione all’estrazione di 100 guide aggiornate sul Cammino dell’Aquila e di 100 T-Shirts ad edizione limitata del Cammino dell’Aquila.
25 punti: spilla dell’Aquila in oro, certificato del Cammino dell’Aquila e partecipazione all’estrazione di 100 vacanze trekking (2 pernottamenti per 1 persona in uno degli alberghi tirolesi del guppo “Wanderhotels”

www.adlerweg.tirol.at oppure “http://www.tirolo.com” www.tirolo.com www.wanderhotels.at