AMARE IL PIANETA E’ UNA SCELTA, PRENDENDOSI CURA DELL’AMBIENTE, E’ NATURALE, COMBINANDO SOSTENIBILITA’, FUNZIONALITA’ E ESTETICA

di Giuseppe De Pietro

Ti sei mai chiesto cosa puoi fare tu, nel tuo piccolo, per aiutare il pianeta? Stai già pensando a gesti impossibili? No, sei completamente lontano! Sono le piccole attenzioni quotidiane prestate all’ambiente che fanno davvero la differenza, soprattutto moltiplicare per i miliardi di persone che vivono sulla terra. Allora rifletti… Ogni volta che ti lavi il viso o ti insaponi sotto la doccia chiudi il rubinetto dell’acqua? Anche tu fai la raccolta differenziata giusta? Al negozio o supermercato fai la scelta dei prodotti meno impattanti sull’ambiente quando fai la spesa? Ti stai orientando su prodotti più sostenibili? Forse non hai le idee chiare da dove iniziare? Inizia da quello Cher potrebbe sembrare un gesto banale ovvero comprare uno spazzolino da denti, pensando che lo sostituirai più volte in un anno. Lo scegli Green? Lo scegli che sia con materiali ecosostenibili?
Cosa riciclare? La plastica, carta da involucri, sono questi gli ingredienti della ricetta ecosostenibile applicata ai prodotti di uso quotidiano. Perché non è mai troppo presto per tramandare ai figli le sane abitudini di vita quotidiana.

E poi, condurre una vita più sostenibile con impianti fotovoltaici, depuratori domestici, riciclo e raccolta differenziata permettono di fare una vita molto più ecologica e rispettosa dell’ambiente. Con pochi gesti quotidiani aiuteremo l’ambiente e potremo godere di un notevole risparmio energetico.
Evitare di prendere l’automobile
Il primo consiglio, il più semplice, è quello di muoversi a piedi, evitando così di immettere materiale inquinante nell’aria con l’utilizzo dell’automobile.

Risparmiare l’acqua.
Altro consiglio da non sottovalutare per una vita più sostenibile è quello di non sprecare acqua, per esempio lasciando il rubinetto acceso quando ci si lava i denti o quando si fanno le pulizie. Non è da dimenticare che l’acqua pura sgorgante dal rubinetto, viene consumata molto di più se, al posto della doccia preferiamo lavarci nella vasca da bagno. Il consumo energetico sarà minore se preferiamo la prima soluzione.
C’è un’azienda che trasforma l’acqua fredda in detergente grazie a un sistema che inietta ozono, un agente naturale in grado di igienizzare i capi senza usare additivi chimici ma solo acqua pura.
Utilizzare depuratori domestici
I depuratori domestici servono per rendere pura un’acqua che altrimenti non lo sarebbe.
I depuratori domestici permettono di:
Eliminare le impurità e le sostanze inquinanti dell’acqua;
Eliminare sostanze nocive, quali ammoniaca, azoto, zolfo e diversi metalli che non rendono l’acqua pura e fanno male alla salute.

Usare detergenti ecologici
I detergenti che utilizziamo per il bucato o per le pulizie quotidiane possono avere un impatto negativo con l’ambiente. Gli additivi che compongono questi prodotti, infatti, sono molto inquinanti e difficilmente biodegradabili, perché contengono tensioattivi sintetici.
Inoltre, i detergenti in commercio contengono:
Sbiancanti ottici che si possono depositare sulle fibre dei tessuti e provocare anche dermatiti; Conservanti e coloranti; Profumi; Fosfati

Effettuare la raccolta differenziata e riciclare i rifiuti
Tra le altre cose, ciò che consente un risparmio energetico in termini di sostenibilità è rappresentato dalla raccolta differenziata. Prodotti come la plastica, per esempio, hanno un processo di decomposizione molto lungo e possono inquinare l’ambiente. Una scelta ecologicamente sostenibile, quindi, è quella di effettuare una buona raccolta differenziata inserendo ogni elemento nel posto giusto. Il riciclo di rifiuti, inoltre prevede un riuso di prodotti vecchi, consentendo quindi un risparmio di denaro.

Usare lampadine a basso consumo
Le lampadine a risparmio energetico permettono di godere di un risparmio energetico dell’80% rispetto a quelle comuni. È possibile individuare la classe energetica della lampadina leggendo semplicemente l’etichetta. La classe energetica è determinata dal rapporto tra luce emessa e watt consumati. Le lampade a risparmio energetico, inoltre, hanno un’elevata efficienza energetica e permettono di risparmiare.
Installare impianti fotovoltaici
I sistemi fotovoltaici permettono, grazie ai moduli con i quali sono composti e ai pannelli fotovoltaici di trasformare l’energia del sole in elettricità tramite l’utilizzo di un inverter e senza l’ausilio di un combustibile.
Questa scelta assolutamente ecosostenibile consente anche di godere di un buon risparmio energetico in bolletta grazie all’aumento della classe energetica che, i pannelli fotovoltaici, permettono

.

Le tipologie di sistemi fotovoltaici sono diverse e, grazie al progresso in campo tecnologico, esiste in commercio il fotovoltaico ad alta efficienza.
Quest’ultimo ha diverse caratteristiche:
I pannelli fotovoltaici sono più grandi rispetto a quelli convenzionali e, di conseguenza, riducono lo spazio inattivo tra una cella e un’altra;
Hanno un’efficienza energetica maggiore, riescono infatti a convertire il 20% in più di energia solare in elettricità rispetto ai pannelli standard;
Sono progettati per ridurre le perdite di potenza
Nel campo dell’energia elettrica una scelta green è quella di scegliere un sistema fotovoltaico con accumulo, in questo caso, tutta l’energia che viene accumulata durante il giorno, ma non utilizzata, non viene perduta come avviene invece nel caso del fotovoltaico standard. In questo modo potremo usare l’elettricità prodotta anche durante la notte.

Qual è il rapporto degli italiani con la sostenibilità? La risposta rivoluzionaria, punto di riferimento per la sostenibilità in Italia. “I fatti ci dicono in maniera incontrovertibile che non può esistere, né oggi né domani, un modello di crescita comune che prescinda dal rispetto dell’ambiente, dalla sua valorizzazione come elemento di sviluppo, dalla riduzione dell’inquinamento, da un ‘vivere sostenibile’ nelle scelte che si compiono quotidianamente perché il futuro è già tracciato e si chiama economia circolare”. “Siamo di fronte ad un cambiamento significativo e sempre più rilevante della nostra cultura sociale”. E ancora: “Esaurite le vecchie ideologie, l’attenzione alla sostenibilità sta diventando sempre più uno dei valori portanti del pensiero collettivo”.
“La sostenibilità è diventato un tema sentito e centrale e questi risultati sono un’importante tappa di un percorso di cambiamento già in atto che non si fermerà”. “Unendo il 29 per cento di appassionati e il 33 per cento di interessati, infatti, si raggiunge una quota maggioritaria della popolazione italiana adulta”