di Giovanna Blandini

Il giardino giapponese è capace di combinare vari elementi naturali per riuscire a creare dei
piccoli paesaggi, che è possibile ammirare soprattutto in un periodo come la Primavera, durante il quale colori e vita donano delle magnifiche visioni. Gli elementi che non possono mancare in
un giardino zen sono l’acqua, la terra, le pietre, i fiori ed il verde. In Italia, possiamo trovare alcuni esempi di giardini zen fantastici: a Roma, ad esempio, sarà possibile visitare il giardino
dell’Istituto Giapponese di Cultura – il primo nel nostro Paese – dal 12 marzo al 30 maggio 2015;
qui, si potrà assistere ad uno spettacolo mozzafiato con piccole isole, cascate, laghetti, ponticelli, ciliegi e lampade di pietra. Inoltre, anche a Torino, potrete scoprire un giardino zen al Museo di Arte Orientale.

Esistono varie tipologie di giardini: i Karesansui sono di roccia, sabbia bianca – utilizzata al posto
dell’acqua – e sono finalizzati alla meditazione; i Roji sono più rustici ed adatti alle cerimonie del
tè; i Kaiyu-shiki-teien hanno un percorso da percorrere per scoprirne i paesaggi ed i Tsubo-Niwa
sono dei piccoli giardini da cortile, che sorgono nei pressi delle abitazioni.
Nel mondo, esistono dei giardini davvero interessanti, ricchi di colori e natura, pronti a stupire.
Un esempio è quello a Monaco di Montecarlo, dove si trova una stilizzazione caratterizzata da montagne, ruscelli, sabbia e cascate. A Vienna, poi, nel parco del castello imperiale di Schönbrunn, possiamo trovarne uno in un piccolo spazio elegante e ricco di piante. In Germania, a Rehinland-Pfalz, si può ammirare un giardino pieno di sassi bianchi attorno alla riva del laghetto, bonsai e scalinate attorniate da acqua. Inoltre, anche in California esistono diversi esempi di giardini giapponesi e, ovviamente, in Giappone: tra i tanti, nella città di Moto, ad esempio, c’è il Kairakuen realizzato nel 1842 e ricco di fiori e colori, in grado di regalare emozioni uniche. Infine, nella nostra fotogallery, troverete altre informazioni, inclusi alcuni dei giardini giapponesi più famosi.