Giuseppe De Pietro

Direttore di Suntime Magazine

Dirigere il magazine Suntime mi ha cambiato la vita. Mi ha fatto osservare con occhi nuovi quanto sia meraviglioso questo mondo in ogni suo particolare.

Nelle foglie colorate che ricoprono i sentieri del parco in autunno, che ho proprio davanti casa, o il profumo di albicocche e delle more colte dalla siepe insieme a mio nipote Leonardo, in un piatto di insalata presa dall’orto urbano del parco situato poco più in là, di mattina quando sa ancora di rugiada. Mi ha fatto guardare il cielo per scoprire quante forme possono assumere le nuvole scolpite dal vento in questi giorni di autunno, tornando dal centro di Roma lungo il viale che ci portata a casa, io e Clara, quanto sia magica la luna che punta al crepusculo e si muove tra sfumature di cristallo rosato e il sole che prima di sorgere lancia con ottimismo i primi raggi verso l’alto e poi indora il paesaggio nel parco.

Strepitose bellezze che non sempre tutti posso godere ogni giorno, ma chissà come mai non sempre c’è ne accorgiamo.
Viaggiando in mezzo mondo, ho imparato a osservare nuovi paesaggi, spiagge, parchi, boschi, savane e foreste dove cammino, per capire se sono frequentate da persone rispettose dall’ambiente.

Sto male ogni volta che si parla dei gravi problemi dell’ambiente e tanti si voltano dall’altra parte facendo finta di non sentire, non vedere. E sento i giovani come Greta rivolti ai noi adulti, colpevoli di lasciarle una terra ammalata, che ha bisogno di cure, di più attenzione. Ogni piccolo gesto, compiuto quotidianamente, cambia in meglio o in peggio il nostro pianeta.
Non voglio far prediche a vociare lettori, ma riflettiamoci!
Buona lettura